Loading…
  • IL MONTEFELTRO

    IL MONTEFELTRO

Il Montefeltro di Leonardo da Vinci e Piero della Francesca

L’opportunità di trovarsi di fronte ai paesaggi dipinti cinque secoli fa da Leonardo da Vinci e Piero della Francesca è un’esperienza davvero esaltante ed unica.

Ci si arriva per antichi percorsi, riscoperti e ricomposti, che la natura per troppo tempo ha catturato e nascosto persino alla memoria della gente.
Si attraversa un paesaggio, ancora oggi pressoché intatto, che l’uomo ha saggiamente saputo tutelare e conservare. 
Le grandi e moderne arterie sono distanti, come, per fortuna, il chiasso, e il trambusto della vita di città.

Se il paesaggio dell’urbinate si riconosce per la particolarità delle sue forme gentili che trasmettono immediate sensazioni di armonia e dolcezza, quello della Valmarecchia si distingue per la spettacolarità di elementi completamente differenti: rupi, balze, pinnacoli, guglie che spuntano lungo i fiumi un tempo ricchissimi d’acqua.

Alla fine del nostro percorso, quando finalmente si arriva sul “luogo”, si scopre d’aver raggiunto anche il traguardo di ogni emozione.
I nostri piedi finalmente calpestano lo stesso luogo in cui il pittore si fermò e stabilì che proprio il paesaggio che si apre, ora, sotto di noi, sarebbe stato il fondale per sua opera. 


In un attimo, inconsapevolmente, non solo si è sbalzati a ritroso nel tempo, ma si capisce di essere protagonisti e complici con l’autore, dell’opera e del grande progetto.
Allora si allunga lo sguardo sulla valle che trabocca di meraviglie e, con un ‘volo d’uccello’ proprio come fece Piero, ci si ritrova felicemente persi, avvolti nell’incantesimo di ogni elemento: acque, cielo e colline infinite fino all’orizzonte.
Se poi ricolleghiamo che l’emozione sul quel paesaggio perdura da oltre 500 anni, allora ciò che arriva al cuore per la consapevolezza della grandiosità e del fascino accresciuto, diventa vera tempesta.



Nonostante emergano, talvolta, differenze nel paesaggio a causa di mutazioni climatiche o antropiche, ora dai Balconi ognuno è in grado di comprendere meglio e di condividere più distintamente ogni scelta operata dal pittore per il suo ”progetto paesaggio”: la prospettiva, le linee di fuga, la luce, l’aria, la forza, il trasporto, l’enfasi.


Sopra ogni “Balcone di Piero” ci si sente eletti, privilegiati, perché in grado di guardare come l’artista aveva colto il significato, l’incanto, la poeticità del luogo, e li aveva affidati alla sua tela.

Museo Villanoviano Verucchio

Come in tutte le Marche, anche nel Montefeltro arte ed architettura hanno subito nei secoli gli influssi di vari stili e culture, dal romanico/gotico al barbarico, dal bizantino al ravennate. Nell’alto medioevo e nel rinascimento, sia per ragioni storiche che territoriali, fu abbastanza marcata l’influenza di artisti ed architetti toscani ed emiliani. Scopri

 

Gole al Nerone

Nel Montefeltro, la biodiversità e le possibilità di trekking che il territorio offre sono molteplici ed in grado di soddisfare tutti i gusti, anche se le vette non raggiungono quote particolarmente elevate.

Il Montefeltro si può scoprire a piedi e a cavallo, o anche attraverso numerosi itinerari in bicicletta, con salite in grado di mettere a dura prova qualunque appassionato. Scopri

Sappiamo che in Italia il buon cibo, un buon bicchiere di vino e la passione per la cucina, sono una caratteristica comune a molti luoghi, e il Montefeltro non fa certamente eccezione.

Il Montefeltro è territorio di confine, a cavallo fra le Marche, l’Umbria e la Romagna, e forse ne condensa le peculiarità per cui l’offerta del gusto è in grado di soddisfare i palati più esigenti. Saremo estremamente sintetici, quasi didascalici nel citare solo alcune delle prelibatezze locali. Molto di più potrete trovare con la vostra esperienza diretta nel luogo. Scopri

In un territorio così caratterizzato da una storia ricca di eventi, di lotte e di intrecci non potevano mancare storie e leggende nate e tramandate attraverso la cultura popolare; sono storie che raccontano un passato intenso e affascinante, tutto da scoprire. Scopri

Il Montefeltro è una terra che racconta del suo grandioso passato, e che pulsa con i ritmi delle vicine città di Urbino, da un lato, e di San Leo dall’altro.
Una storia antica visibile e vivibile, fatta di centri urbani medievali, chiese austere, conventi solitari, ma anche mulini dal fascino discreto e immutabile. Piccoli borghi che conservano antichi profumi genuini e ambienti incontaminati dalle stradine montane e panorami inaspettati. Scopri

Top

I borghi del Montefeltro

Loading…
Top

Storie e leggende del Montefeltro

Loading…