I percorsi del gusto

Sappiamo che in Italia il buon cibo, un buon bicchiere di vino e la passione per il gusto e per la cucina, sono una caratteristica comune a molti luoghi, e il Montefeltro non fa certamente eccezione.

Il Montefeltro è territorio di confine, a cavallo fra le Marche, l’Umbria e la Romagna, e forse ne condensa le peculiarità per cui l’offerta del gusto è in grado di soddisfare i palati più esigenti.

Saremo estremamente sintetici, quasi didascalici nel citare solo alcune delle prelibatezze locali. Molto di più potrete trovare con la vostra esperienza diretta nel luogo.

Cominciamo da Acqualagna e Sant’Angelo in Vado dove si possono comprare e gustare i tartufi bianchi e neri, tra ottobre e novembre nelle numerose mostre-mercato del tartufo. Tuttavia questo pregiato prodotto della terra è abbastanza diffuso in tutto il territorio. Molto particolari invece i Prugnoli, funghi preziosi quasi come i tartufi e accreditati di preziose proprietà salutari, diffusi nelle zone della Valmarecchia.

Eccellenze gastronomiche del Montefeltro

A Carpegna, grazie all’aria fresca e profumata di resina, si produce il prosciutto crudo DOP di ottima qualità, mentre in molte aree a pascolo vengono allevati i bovini di Razza Marchigiana (riconosciuti IGP) che, grazie all’ambiente, ancora puro e ricco di erbe profumate, forniscono carni di grande pregio sia per il sapore sia per le proprietà nutritive.

Molto gustosi alcuni tipi di pecorino tra cui il famosissimo formaggio di fossa (maturato in fosse di tufo) e lo Scoparolo forse il più saporito e delicato al tempo stesso.

Molto usati pane sciapo, pasta fatta in casa (tagliatelle, ravioli, lasagne, tortellini e cappelletti) che si possono trovare in qualsiasi ristorante o trattoria.
Infine per un pasto veloce e sano, gustoso e nutriente cercate la Crescia, o Sfogliata, che è una sorta di piadina soffice e saporita, che viene servita farcita con erbe selvatiche, salsiccia o altro a piacere.

Per il bere, esistono viti antiche del Montefeltro, e da queste viti sono rinati i vini Solco e Valturio, rossi rubino, profumati e setosi all’assaggio, già considerati di gran pregio nel secolo scorso.
Ovunque, e spesso realizzato in casa, si può trovare il Visner, un vino aromatizzato con le Visciole (frutto il cui sapore è a metà tra quello della ciliegia e quello dell’amarena) dolce ma non troppo e molto profumato.


Ma il Montefeltro è diventato anche territorio per birre artigianali di qualità e sapienti mastri birrai: realtà rurali che applicano le tradizioni del Nord Europa mantenendo genuinità e qualità e ottenendo aromi e sapori sconosciuti a qualunque birra commerciale.


Per trovare queste specialità, il territorio del Montefeltro è anche costellato di locali dall’aspetto tipico e casereccio in cui gustare le eccellenze culinarie di questo luogo, ed in ognuno di essi potrete trovare una loro specificità.

Ma se volete uno “street food” veramente originale e alternativo, sono numerosi gli eventi o le sagre locali dove, in un clima di festa e in uno dei tanti stand, potrete sedervi e pregustare od anche acquistare, prelibatezze e specialità del luogo.

Infine da non dimenticare che in numerosi paesi le cantine aprono le loro porte ai visitatori, allestendo temporanei locali in cui sorseggiare del buon vino accompagnato da piccole prelibatezze di cucina locale.